Settimana della moda, e l’affitto a Milano va alle stelle

Il portale Casa.it mostra come l’arrivo di 20mila visitatori nel capoluogo porti il prezzo di una notte in appartamento a crescere anche del 19 per cento. È il caso dei bilocali in Corso Como.

Stefania Aoi

Modelle, grandi stilisti e abiti bellissimi richiamano a Milano, durante la settimana della moda, oltre venti mila visitatori. Ed è in questa occasione che, rispetto a una normale settimana milanese, i prezzi vanno alle stelle.

Per l’affitto di un bilocale tra i 40 e 70 metri quadri per esempio crescono di oltre il 10 per cento nell’area del Quadrilatero della moda. A Brera addirittura salgono di quasi un 12 per cento e in zona Garibaldi aumentano del 13 per cento. In zona Tortona addirittura arrivano a superare il 13 per cento.

È questo quanto rilevato da Casa.it, il portale online che mette in contatto chi cerca casa e chi la dà in affitto. Si tratta di aumenti importanti. Tenendo conto che negli ultimi sei mesi, all’ombra della Madonnina, i canoni mensili medi del bilocale sono aumentati di appena un 1,3 per cento. Alcune strade del capoluogo sono poi più care di altre. Alle stelle gli affitti degli alloggi in via della Spiga e in via Sant’Andrea che costano anche 280 euro a notte. In via Montenapoleone il canone si aggira intorno ai 270 euro, in Via Gesù è sui 240 euro e in via Manzoni intorno ai 220 euro. Corso Como costa intorno ai 200 euro ed è la strada dove i prezzi sono cresciuti maggiormente rispetto alla prima settimana di settembre (+19 per cento). La soluzione più economica è in via San Marco: qui un appartamentino si affitta anche 120 euro a notte, è la più economica.