Nuovo orientamento sulla disabilità, l’Ordine avvocati di Milano in trasferta all’Istituto dei ciechi

Tag:

Dopo gli “Sportelli” sul territorio, il primo orientamento dedicato alle disabilità

L’istituzione di uno sportello di orientamento legale in collaborazione con l’Istituto dei ciechi sarà discussa domani pomeriggio, mercoledì 12 luglio 2017, dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Milano, che per la prima volta svolge la sua seduta settimanale fuori dal Palazzo di giustizia, presso l’Istituto dei ciechi.

«Una riunione solo apparentemente diversa dal solito – spiega il presidente dell’Ordine, Remo Danovi – soprattutto un’esperienza per comprendere meglio la quotidianità vissuta in una situazione speciale come quella dei non vedenti e degli ipo-vedenti, per trarne ragioni e stimoli per continuare a svolgere i nostri compiti nel migliore dei modi possibili, anche per adempiere alla funzione sociale che ci è attribuita dalla legge professionale».

Il primo risultato di questa riflessione è appunto la proposta di affiancare all’attuale rete di sportelli sul territorio e nelle carceri, e agli incontri di educazione alla legalità nelle scuole, nuovi sportelli specializzati per le diverse disabilità, il primo dei quali sarà dedicato ai non vedenti e agli ipo-vedenti. Oltre al servizio di orientamento legale, lo sportello potrà collaborare con l’Istituto dei ciechi nelle attività di tutoraggio dei giovani laureati aspiranti avvocati.

Il Consiglio discuterà anche numerose questioni riguardanti il futuro dell’Ordine professionale: dalla formazione degli avvocati, all’architettura dell’Ordine2.0, con l’automazione delle funzioni istituzionali e dei servizi rivolti agli iscritti; fino al progetto “Casa dell’avvocatura”, che si propone di offrire spazi e servizi agli avvocati e alle loro famiglie, con particolare attenzione alle giovani generazioni.