Mutui, le banche prestano più soldi

Secondo l’Osservatorio di MutuiOnline l’importo medio concesso era di 116mila euro negli ultimi sei mesi dell’anno scorso, ora è cresciuto di  7mila euro.

Stefania Aoi

Cresce l’importo medio erogato in Italia con un mutuo. A dirlo è l’Osservatorio di MutuiOnline.it. Secondo gli esperti del mercato, se nel secondo semestre del 2015 era di 116mila euro circa, contro una richiesta di denaro pari a 126mila euro, ecco che nel primo semestre 2016 si è passati a 123mila euro per singolo prestito, contro una richiesta di 125mila euro. “Tutto questo è un buon segno – spiega Roberto Anedda direttore di MutuiOnline –  Significa che siamo in un periodo favorevole per l’acquisto di casa”.

Il sito comparatore di prezzi spiega poi che i soldi, sempre più spesso, vengono dati per l’acquisto della prima casa che vale il 43 per cento sul totale delle erogazioni. Era al 27 per cento nello stesso periodo del 2015. Restano comunque numerose anche le surroghe. Queste rinegoziazioni del mutuo a un tasso di interesse migliore a quello che già si aveva, ora valgono il 48 per cento delle erogazioni totali. Ma in quale parte del Paese si compra di più? La maggior parte dei prestiti vengono chiesti e concessi ancora nel nord e nel centro Italia, (40 per cento ciascuno). Al sud si accendono solo il 13 per cento dei mutui e nelle Isole il 6 per cento.